Cancelleria

La Curia diocesana, coordinata dal Vicario Generale, che ne è il Moderatore, riunisce l’insieme degli organismi e delle persone che aiutano il Vescovo nel governo di tutta la diocesi, cioè nel dirigere l’attività pastorale, nel curare l’amministrazione e nell’esercizio della potestà giudiziaria.
I compiti del Cancelliere, del Vice-cancelliere e dei Notai di Curia sono disciplinati dai canoni 482 e seguenti del Codice di diritto canonico.
Tra le funzioni di più antica tradizione nell’organizzazione ecclesiale figura l’ufficio del Cancelliere, che ha i compiti di curare che gli atti di curia siano redatti compiutamente e custoditi nell’archivio, di autenticare gli atti e rilasciarne copia autentica.
Il Cancelliere e il Vice- cancelliere sono segretari e notai di curia.
Tra le principali attività affidate all’Ufficio Cancelleria figurano:
La redazione dei decreti di provvisione, relativi agli incarichi ecclesiastici, nonché di tutti gli atti (precetti, e rescritti) riservati al Vescovo e/o dell’Ordinario diocesano;
L’analisi delle pratiche matrimoniali in vista della concessione di dispense, licenze, nulla osta per matrimoni fuori diocesi, rimozione di divieti, sanazioni in radice, ecc.;
L’istruttoria – congiuntamente all’Economato e all’Ufficio Beni Culturali per le parti di rispettiva competenza – per il rilascio delle autorizzazioni amministrative per atti eccedenti l’ordinaria amministrazione;
La ricezione di giuramenti suppletori nei casi previsti dalla disciplina canonica;
L’istruttoria per l’approvazione dell’erezione di associazioni di fedeli e dei relativi statuti;
La predisposizione delle statistiche richieste dalla Santa Sede e dalla Conferenza Episcopale Italiana

Cancelliere: Diac. Natale Campanella
Vice-cancelliere: Sig.a Paola Avere